Eventi,  Italia,  Toscana

Malmantile e la sua festa medievale

Malmantile è un piccolo borgo medievale che conserva ancora le proprie mura originarie. L’agglomerato nasce probabilmente come forte militare della Repubblica Fiorentina per controllare la Via “Vecchia Pisana”, la strada che da Firenze conduceva a Pisa. La cinta muraria  risale al 1424 e pare che Filippo Brunelleschi ne abbia supervisionato i lavori per la realizzazione. 

Ogni anno Malmantile si popola di giocolieri, menestrelli, cavalieri, mestieranti e, in questo piccolo borgo toscano, prende vita una suggestiva e nota Festa Medioevale.

Malmantile

Nel 1993 un gruppo di ragazzi, tra i 16 ed i 24 anni pensarono, un po’ per scommessa un po’ per gioco, di organizzare una manifestazione capace di ricreare la vita del borgo medievale.

L’impresa non era molto facile da realizzare, ma i giovani amici non si arresero, in quanto avevano l’appoggio di tutto il paesello che si interessò all’iniziativa. Per vari mesi i ragazzi lavorarono senza sosta per costruire le strutture necessarie, impiegando ogni risorsa e tutto il proprio tempo libero. A fronte di questo le persone del posto si mobilizzarono per aiutarli nell’impresa: molte famiglie residenti all’interno delle mura misero le loro case a disposizione per l’organizzazione della festa. Le cuoche del paese si dissero pronte a cucinare i loro piatti migliori e chiunque fosse stato abile in materia di taglio e cucito si fece avanti per realizzare gli abiti. Ognuno volle contribuire offrendo beni materiali di varia natura.

Lavorando in sintonia i giovani riuscirono a essere pronti per le date stabilite: 21 e 22 maggio 1994.  Quei giorni cambiarono per sempre la storia di Malmantile e fecero sì che questa piccola frazione divenisse nota ben oltre i confini della Toscana.

Malmantile

Vi consiglio innanzitutto di andare alla Festa in motorino in quanto il parcheggio si riempe subito, altrimenti potete fare come me e lasciare la macchina in fondo alla strada che porta al borgo dove avrete due possibilità: prendere la navetta gratuita che porta fino in cima, o altrimenti fare come me che con circa 15 min di camminata si arriva al borgo.

Quando sono arrivata al borgo quest’anno ho visto subito che ogni anno che passa le persone che assistono alla festa sono sempre di più infatti, almeno all’inizio, non riuscivo nemmeno a camminare tra le piccole stradine medievali. 

Lungo il borgo possiamo calarci proprio nella vita dell’epoca, in quanto possiamo ammirare i mestieranti a lavoro, i giullari di corte, assistere a tornei di sbandieratori e a duelli di spada, ascoltare storie raccontate dai cantastorie, andare a mangiare qualcosa di tipico nell’Hosteria o nei vari ristori e molto altro.

Malmantile

Io sono arrivata proprio nel momento in cui stava sfilando il corteo storico dove possiamo ammirare i costumi tipici del tempo, i falconieri, persone a cavallo e arcieri.

Più avanti, nello spazio più panoramico del borgo, possiamo trovare un suggestivo mercato medievale e scene di vita quotidiana con particolare riferimento alla vita dell’arciere con la dimostrazione di tiro storico e con didattica sia per grandi che per piccini.

Mi piace molto come festa, vi consiglio sicuramente di andarci, soprattutto appunto se siete appassionati come me alla vita medievale e volete immergervi per mezza giornata o anche intera in questo fantastico mondo.

Stay tuned!

 

Related Post

Ambra

Sono Ambra, ho 24 anni e abito nella bellissima città di Firenze. Ho una passione sfrenata per le foto e i viaggi e se anche voi siete intrepidi viaggiatori o siete soltanto curiosi seguitemi alla scoperta di meravigliosi posti e non ve ne pentirete assolutamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat