Architettura,  Italia,  Toscana

Ponte della Maddalena o Ponte del Diavolo

Il ponte della Maddalena unisce le due sponde del fiume Serchio all’altezza del paese di Borgo a Mozzano con i suoi 90 e passa metri. Il suo aspetto attuale è dovuto a Castruccio Castracani, condottiero e signore della vicina Lucca, nei primi anni del 1300. Nel 1836 il ponte subì gravi danni a causa di una piena del fiume, mentre nei primi anni del 1900 venne aperto un nuovo arco sulla parte destra per consentire il passaggio del treno.

Immagine correlata

PonteIl ponte ha un aspetto medievale classico a ‘schiena d’asino’, con la differenza che le sue arcate sono asimmetriche e quella centrale è alta e molto ampia. Infatti appena arrivata sono rimasta colpita dalla piccola salita che bisogna fare per raggiungere il punto più alto.

Salita del Ponte

Dal punto più alto si può vedere il fiume Serchio e le montagnole ai lati.

Vista dal Ponte

Il ponte si chiama anche Ponte del Diavolo in quanto su di esso si narra una leggenda: si racconta che un muratore incaricato di realizzare l’opera si rese conto che non sarebbe mai riuscito a finirla entro i tempi previsti. Mentre era lì che si disperava sulle sponde del Serchio, gli apparve il diavolo che gli propose di stringere un patto: lui stesso avrebbe terminato la costruzione del ponte in una sola notte, ma in cambio avrebbe preso l’anima della prima persona che lo avrebbe attraversato. L’uomo accettò lo scambio e il diavolo mantenne la promessa, costruendo il ponte in una sola notte. Il povero uomo però divorato dai rimorsi decise di chiedere aiuto al prete del paese e insieme escogitarono un piano: rispettare il patto diabolico, facendo però attraversare il ponte ad un maiale (secondo altre versioni, un cane). L’inganno riuscì e il diavolo, resosi conto della beffa subita, si gettò dal ponte nella acque del Serchio.

Era da tanto che volevo vedere questo ponte, o meglio l’avevo già visto ma di passaggio e mai ci ero montata sopra e devo dire che mi è piaciuto veramente, soprattutto salendo fino al punto più alto ti domandi come fa un arco così grande ed ampio a sfidare la forza di gravità.

Stay tuned!

Related Post

Ambra

Sono Ambra, ho 24 anni e abito nella bellissima città di Firenze. Ho una passione sfrenata per le foto e i viaggi e se anche voi siete intrepidi viaggiatori o siete soltanto curiosi seguitemi alla scoperta di meravigliosi posti e non ve ne pentirete assolutamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat